La lotta alla Mafia si vede non solo negli esempi concreti che le pubbliche amministrazioni compiono al fine di lanciare ai cittadini un messaggio chiaro e deciso, ma anche nell’istituzone di simboli e nel loro imperituro ricordo. Lo sa bene la Camera del lavoro di Palermo che, nei giorni scorsi, ha chiesto al Comune di dedicare alle vittime di Mafia alcune strade, piazze e giardini. Il primo appuntamento è previsto per Mercoledì 5 dicembre quando largo del Camoscio, nel quartiere Bonagia, sarà intitolato a Giuseppe Puntarello: dirigente della Cgil ucciso il 4 dicembre 1945 a Ventimiglia di Sicilia, paese sito nella provincia palermitana. Successivamente toccherà alla via del Bassotto che il 7 Dicembre verrà intitolata a Felicia Impastato, la madre di Peppino, donna forte che ha sempre lottato perchè la verità sulla morte del figlio non fosse sepolta da versioni di comodo.

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.