Ieri mattina all’interno della Compagnia Carabinieri di Cefalù, è stata inaugurata un’aula per le audizioni protette di donne nell’ambito del Progetto “Una stanza tutta per sé” alla presenza del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Palermo, Generale di Brigata Arturo Guarino, del Presidente del Tribunale di Termini Imerese, Dott. Raimondo Loforti, del sindaco di Cefalù, dott. Rosario Lapunzina, del vescovo Giuseppe Marciante  e dei rappresentanti delle altre forze di Polizia.

Il progetto “Una stanza tutta per sé” siglato fra l’Arma e la Soroptimist International d’Italia ha portato alla realizzazione di numerose aule per audizioni nelle caserme sul territorio, con lo scopo di sostenere la donna nel delicato momento della denuncia di violenze e abusi.

“Una stanza tutta per sé” è un ambiente protetto che tende a trasmettere una sensazione di accoglienza differente da quello istituzionale che usualmente circonda chi deve esternare le proprie sofferenze.

La crescente sensibilità del tema è un segnale di concreta apertura nei confronti delle vittime della violenza di genere, le quali vengono accompagnate passo per passo in questo percorso dai militari della “Rete Antiviolenza Carabinieri di Palermo”.