Sequestro rete da pesca

Nemmeno il pericolo di contagio da Covid-19 sembra voler fermare alcuni pescatori di Sciacca.

Nei giorni scorsi infatti, nonostante la paura più che legittima di contrarre il coronavirus, 3 barche appartenenti alla flotta saccense hanno deciso di solcare le acque nostrane nella speranza di poter riuscire fornire prodotti alle pescherie rimaste aperte della città marinara dato che, negli ultimi tempi, la mancata mobilitazione dei natanti ha portato una perdita di circa 120 mila euro al giorno con la conseguenza di un impoverimento degli appartenenti alla flotta saccense andati in cassa integrazione.