Truffa specchietto

Nonostante sia vecchia come cucco, la truffa dello specchietto continua a mietere vittime.

A cascare nella trappola questa volta è toccato ad un 81enne di Porto Empedocle il quale si trovava a bordo della propria auro quando, come ormai da prassi, sarebbe stato avvicinato da due giovani infuriati per la presunta rottura dello specchietto della propria auto in seguito ad una manovra sbagliata.

Seguendo l’iter ormai noto, i due truffatori avrebbero chiesto all’anziano una somma di denaro per evitare di coinvolgere le assicurazioni risparmiando le beghe burocratiche, e nel fare concitato dell’accordo “fai da te” avrebbero approfittato di una sua provvidenziale distrazione per rubargli sia portafoglio, con circa 100 euro all’interno, nonché il telefonino.

Sono gli anziani le vittime preferite dai truffatori, motivo per il quale sarebbe auspicabile informarli a dovere sui pericoli derivanti da tali tipologie di imbrogli oltre ad invitarli, in qualsiasi caso, a diffidare degli accordi-lampo e contattare le forze dell’ordine così da mettere al sicuro le proprie tasche.

Di Pietro Geremia