polizia

Gli agenti del commissariato di Porto Empedocle hanno denunciato, in stato di libertà, 25 soggetti resisi responsabili del reato di interruzione di pubblico servizio.

Si tratta di dipendenti di una società che gestisce il servizio di igiene urbana nel comune marinaro i quali, secondo quanto accertato dagli agenti del locale Commissariato di P.S., si sono arbitrariamente astenuti dal lavoro nelle giornate del 28 e del 29 novembre dello scorso anno dopo uno sciopero regolarmente indetto nelle precedenti giornate del 26 e del 27 novembre.

L’astensione ha comportato l’interruzione del servizio della raccolta dei rifiuti nel territorio empedoclino, con conseguente insorgere di criticità sotto il profilo igienico sanitario.