Progetto Scholas

Prosegue a Palermo il programma educativo che porta la firma di Papa Francesco e che coinvolge a livello locale 200 studenti tra i 15 e i 17 anni, di fede e nazionalità diverse. All’iniziativa Scholas Cittadinanza hanno aderito dieci scuole secondarie tra pubbliche e private. Il programma, realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), ha avuto inizio il primo febbraio e terminerà venerdì 9 febbraio, presso la scuola Vittorio Emanuele III. Le altre scuole del capoluogo siciliano coinvolte sono: l’Einstein, Regina Margherita , Ipssar F.P. Cascino, Ninni Cassarà, G.Garibaldi , S.Cannizzaro, Ipssar P.Borsellino, E.S. Maria Adelaide, L.S.Galileo Galilei e Majorana. Al progetto Al progetto Scholas Cittadinanza partecipano anche gli alunni di due scuole di Napoli, la scuola Alberti e l’istituto Sannino di Ponticelli. Tra i temi affrontati dai giovani studenti ci sono la scuola, la corruzione, la disoccupazione, l’indifferenza sociale e familiare. E ancora: la discriminazione, il bullismo. Un programma intenso che vedrà gli studenti approfondire due problematiche in particolare. Si tratta del “Pregiudizio e della disoccupazione giovanile e della mancanza di opportunità”. Su queste due problematiche saranno aperti dibattiti, nonché la ricerca e la raccolta di informazioni finalizzate ad elaborare una proposta concreta con il fine di contribuire a migliorare la società. Alla fine della settimana, cioè venerdì 9, gli allievi presenteranno le loro idee e le dichiarazioni d’impegno. La storia di Scholas Scholas è una fondazione che è stata creata nelle periferie di Buenos Aires quando Papa Francesco era ancora arcivescovo con l’obiettivo di sviluppare l’educazione, la crescita sociale e di coinvolgere i giovani, avvalendosi in particolare dello sport, dell’arte e della tecnologia. Uno sforzo comune dei giovani a mettersi in discussione e a trovare delle concrete risoluzioni ai problemi delle comunità di appartenenza. È una realtà educativa nata il 13 agosto 2013, già presente in 190 Paesi con una rete che comprende 446.133 istituti scolastici.

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.