La realizzazione di un nuovo edificio scolastico a Canicattì, che ospiterà il liceo classico Ugo Foscolo, la riqualificazione paesaggistica dell’Antica Montevago, distrutta dal sisma del 1968, e tre interventi di riqualificazione urbana nei comuni di Grotte (zona del Calvario), Racalmuto (via Regina Margherita e corso Garibaldi) e Raffadali (Villaggio della Gioventù).

Sono questi i lavori che saranno realizzati in provincia di Agrigento, con i fondi del PNRR, per un importo complessivo di poco meno di 24 milioni di euro, grazie a cinque concorsi di progettazione banditi dal Libero Consorzio Comunale (scuola di Canicattì) e dai Comuni di Grotte, Racalmuto, Raffadali e Montevago finanziati dallo Stato, con decreto del presidente del Consiglio dei ministri dello scorso 17 dicembre, purché vengano pubblicati i bandi entro la data del prossimo 18 agosto.

In particolare, i primi quattro concorsi di progettazione sono stati già pubblicati sulla Gazzetta Europea e sulla piattaforma del Consiglio Nazionale degli Architetti (Cna) “concorsiawn.it” e sono pertanto già attivi, mentre il quinto (Montevago) sarà pubblicato il prossimo 12 agosto.

“Siamo lieti di avere gettato un sasso nello stagno – afferma il presidente dell’Ordine degli architetti di Agrigento, Rino La Mendola – offrendo il nostro supporto tecnico e l’uso gratuito della piattaforma “concorsi.awn” del Cna, con l’obiettivo di stimolare concretamente le amministrazioni locali a intercettare le risorse del PNRR per promuovere preziosi interventi di rigenerazione urbana sul territorio provinciale.

Tutto ciò ricorrendo ai concorsi di progettazione a due gradi che riteniamo essere il migliore strumento per produrre architettura di qualità e valorizzare il talento dei professionisti. Temiamo, tuttavia – continua il Presidente dell’Ordine – che, al di là degli enti che hanno sottoscritto il protocollo di intesa con il nostro Ordine, nessun altro Comune beneficiario dell’Agrigentino sia pronto a pubblicare ulteriori bandi entro la scadenza del 18 agosto. Si rischia così di mandare in fumo una serie di concorsi di progettazione che avrebbero potuto produrre ulteriori lavori sul territorio provinciale, per un importo complessivo di circa 36 milioni di euro.

Sperando di essere smentiti dalla pubblicazione di numerosi nuovi concorsi entro la data di scadenza – conclude La Mendola – apprezziamo intanto l’impegno e la determinazione del commissario straordinario del Libero Consorzio Raffaele Sanzo e dei sindaci dei comuni di Grotte, Alfonso Provvidenza; Montevago, Margherita La Rocca Ruvolo; Racalmuto, Vincenzo Maniglia; Raffadali, Silvio Cuffaro. Grazie all’efficienza di questi Amministratori e al supporto tecnico-logistico del Cna e del nostro Ordine, ad Agrigento arriveranno ben 24 milioni di euro del PNRR, per interventi di riqualificazione del territorio della provincia di Agrigento”.  

I liberi professionisti interessati potranno partecipare consultando i bandi e la documentazione allegata sulla suddetta piattaforma “concorsiawn.it”.