Una piazza gremita quella di ieri mattina a Raffadali, dove alcune centinaia di cittadini del luogo hanno preso parte allo sciopero contro Girgenti Acque proclamato dal comitato civico per l’acqua pubblica. Ciò che veniva richiesto a gran voce dai protestanti, che si sono alternati al microfono davanti il municipio, era la sospensione del montaggio dei contatori o, in alternativa, il loro montaggio comprensivo degli sfiatatoi che permettono di non conteggiare l’aria come acqua, facendo lievitare ancor di più le già amare bollette, e che quest’ultima venga fornita senza soluzione di continuità. Ma non solo questo veniva chiesto dai protestanti. Dato lo stato di assoluta scontentezza da parte dei cittadini raffadalesi, è stato invocato a furor di popolo anche di avviare l’iter per la rescissione del contratto con Girgenti Acque, atto preso subito in parola da parte del sindaco Silvio Cuffaro.

Di Pietro Geremia

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.