Torna a far paura l’incremento dei casi di Aids e sifilide in Sicilia. Durante il congresso nazionale “Aggiornamenti in Papilloma virus umano e infezioni sessualmente trasmissibili” diretto da Tullio Prestileo, dirigente medico di Malattie infettive dell’ospedale Civico di Palermo, e da Giuseppe Scaglione, dirigente medico di Ostetricia e Ginecologia sempre al Civico,  pare che dopo alcuni anni di decremento, a partire dal 2012, la curva dei nuovi contagi sia tornata ad essere in crescita. Proprio il 2017 infatti ha avuto un picco di 65 casi di Aids registrati presso l’Ospedale Civico di Palermo, centro di riferimento regionale per la Sicilia per le malattie sessualmente trasmissibili, contro i 53 del 2016, i 42 del 2015, i 34 del 2014 e i 20 del 2013. Secondo i dati del convegno inoltre, soggetto che contrae l’Aids abbraccia tre grandi categorie: nel 40% dei casi si tratta di omosessuali maschi fra i 20 ed i 35 anni; un’altra fascia altrettanto ampia riguarda donne eterosessuali migranti, in questo caso l’età si abbassa ai 18-25 anni. Il restante 20% dei contagi riguarda eterosessuali, uomini e donne in egual misura, che hanno un’età fra i 40 ed i 60 anni. Dati preoccupanti sono presenti anche per quanto riguarda la sifilide, dove  le nuove diagnosi nel 2017, sono state 44, contro le 31 del 2016, le 19 del 2015 e le 14 del 2014. In questo caso ad essere più colpiti sono i giovani uomini, l’età media è di 37 anni, e il rapporto maschi/femmine è di 8 a 1. “Non si muore più di Aids – spiega Tullio Prestileo, dirigente medico di Malattie infettive dell’ospedale Civico di Palermo e fra degli organizzatori del congresso – perché le terapie sono efficacissime ma è evidente un abbassamento della guardia e una mancanza di consapevolezza dei fattori di rischio”. In ambito associazionistico, la Croce Rossa Italiana – Comitato Regionale Sicilia ha più volte dedicato al tema delle malattie sessualmente trasmissibili con campagne di sensibilizzazione, come “l’Accura proteggiti” per il 1 dicembre 2017, giornata mondiale dell’Aids, distribuendo informazioni e sistemi di protezione per poter tutelare ed educare, specialmente i giovani, al sesso sicuro e senza rischi.

Di Pietro Geremia

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.