Si era fatto consegnare con una scusa il telefono cellulare da un suo conoscente ma, dopo averlo utilizzato, non lo avrebbe più restituito se non sotto minaccia e mediante la consegna di 50 euro in contanti. Ma i Carabinieri della Compagnia di Sciacca (Ag) e della Stazione di Burgio (Ag) avevano già avviato le indagini in quanto la vittima nel frattempo si era rivolta proprio ai militari dell’Arma. E così dopo una rapida attività investigativa, è stata organizzata la riconsegna del telefono alla giovane vittima, monitorata a distanza da alcuni Carabinieri in borghese. L’attività si è conclusa positivamente, in quanto l’estortore è caduto nella “trappola” ed è stato arrestato in flagranza dai Carabinieri per “Estorsione”, non appena si è intascato i 50 euro come “cavallo di ritorno”. L’Autorità Giudiziaria ha subito disposto gli arresti domiciliari per Anton Romica Ionut, 23 enne, di nazionalità romena.