Nella giornata di ieri uomini dell’arma dei carabinieri appartenenti al Nucleo Radiomobile della Compagnia di Palagonia hanno arrestato un 26enne originario di Scordia per il reato di evasione.

A quanto pare il giovane era stato beccato dai militari lo scorso 21 settembre con 80 grammi di marijuana, 20 grammi di hashish e un bilancino ricevendo una condanna ai domiciliari con l’obbligo del braccialetto elettronico.

In seguito ad un controllo serale eseguito dalle forze dell’ordine presso l’abitazione dell’imputato però questo non si sarebbe fatto trovare nonostante lo stesso braccialetto antievasione non avesse segnalato alcun movimento del soggetto dell’immobile.

Solo dopo una solerte ricerca i carabinieri avrebbero ritrovato l’evaso che sarebbe stato tradotto presso la casa circondariale di Piazza Lanza di Catania su disposizione dell’autorità giudiziaria.