Sicilia, Continuano le aggressioni negli ospedali: infermiere preso a pugni

485 visualizzazioni

Sicilia, Continuano le aggressioni negli ospedali: infermiere preso a pugni

Sono ormai all’ordine del giorno le violenze nei confronti dei sanitari siciliani.

Ad essere preso di mira questa volta è stato un infermiere del nosocomio di Milazzo il quale nei giorni scorsi è stato colpito ad un occhio durante il turno notturno da parte del figlio di un paziente dopo avergli comunicato delle gravi condizioni del proprio familiare.

Il violento episodio è stato denunciato dal Nursind, il sindacato autonomo delle professioni infermieristiche di Messina guidato da Ivan Alonge: “Adesso basta, tutto questo è intollerabile. I reparti la notte si trasformano in dei ring, in zone franche dove ognuno si sente giustificato e libero di aggredire un camice bianco anche solo per congetture. Questo è sintomo di impunità – dichiara Alonge – di assenza delle Istituzioni, solo così si può spiegare tanta leggerezza in un’aggressione fisica di questo tipo. Ripetiamo che bisogna prevedere la flagranza di reato per queste aggressioni e fare in modo che siano i vertici dell’azienda a denunciare d’ufficio l’aggressore. È ora di intervenire duramente per reprimere questo fenomeno al di là degli annunci della politica” – ha sentenziato il dirigente del Nursind.

Di Pietro Germia

 

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.