Costringeva la moglie a rubare e prostituirsi.

Costringeva la moglie a rubare e prostituirsi. Un 50 enne di origini rumene è stato arrestato dai carabinieri di Catania con l’accusa di violenza  in famiglia e lesioni personali. L’uomo costringeva la moglie di 37 anni, madre dei loro due figli, di 5 e 9 anni, a prostituirsi nella zona industriale di Catania ed a  rubare  nei centri commerciali,  se la donna non eseguiva le direttive impartite l’uomo la minacciava e la picchiava. L’uomo pretendeva un incasso giornaliero con una cifra concordata quando la moglie usciva di casa, al rientro pretendeva l’80% della somma incassata, il restante 20%  veniva concesso alla moglie che doveva usarlo per sostenere la famiglia. A mettere fine a quest’incubo,  dopo la denuncia della donna, ci hanno pensato i carabinieri di Catania che hanno arrestato il rumeno. I due bambini sono stati trasferiti in una struttura protetta dove poi li ha raggiunti la madre.