Sicilia, crea museo fantasma per intascare fondi europei: sequestrati beni

353 visualizzazioni

Sicilia, crea museo fantasma per intascare fondi europei: sequestrati beni

I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Palermo, hanno dato esecuzione ad un provvedimento emesso dal gip che ha disposto il sequestro di circa 63.000 euro ai danni di un catanese di 47anni. A quanto pare infatti l’uomo, originario di Linguaglossa,

pare che abbia creato un  impianto espositivo museale fittizio intitolato “I Castelli di Federico II di Svevia in Sicilia” con il solo scopo di intascare i fondi europei FESR 2007-2013.

Da quanto risultato dalle indagini, il 47enne sembra non disponesse materialmente degli immobili che dovevano essere usati per questo impianto museale ma solo su carta, avendo presentato inoltre alla Regione dei contratti di comodato d’uso con firme falsificate e redatti senza che i titolari degli immobili ne fossero a conoscenza.

Un vero e proprio sistema collaudato di artifizi e raggiri attraverso il quale secondo l’accusa, l’uomo ha ottenuto indebitamente un finanziamento pubblico di oltre 180.000 euro, di cui circa 63.000 erogati nella prima tranche.

Di Pietro Geremia

 

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.