Quello che sembra essere un perfetto caso di mala sanità è avvenuto a Palermo. V.L.F. impiegato della Regione Siciliana di 61 anni, è stato suo malgrado il protagonista di un’avventura di cui di certo ne avrebbe fatto a meno. Pare infatti che al 61enne sia stato diagnosticato per errore un tumore, un adenocarcinoma polmonare per la precisione, che ha portato alla conseguente asportazione chirurgica di mezzo polmone. A commettere l’incredibile errore pare siano state due dottoresse anatomopatologhe dell’Istituto Mediterraneo Trapianti di Palermo, le quali sono indagate dalle forze dell’ordine per lesioni personali colpose in concorso. Solo dopo l’intervento si è capito dunque che si trattava “semplicemente” di una tubercolosi che l’uomo aveva contratto quando era bambino, permettendo così la correzione dell’analisi del malore e facendo ovviamente querelare dall’uomo le due anatomopatologhe.

Di Pietro Geremia

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.