Tre aspiranti rapinatori bancari sono stati arrestati dai carabinieri di Misilmeri con l'accusa di rapina e sequestro di persona.Tre aspiranti  rapinatori bancari sono stati arrestati dai carabinieri di Misilmeri con l’accusa di rapina e sequestro di persona. I tre sono entrati in un istituto di credito di Misilmeri con il volto coperto e taglierini intimando al direttore della filiale di consegnare il denaro che si trovava in cassaforte. In quel momento però, nell’istituto bancario c’erano solamente due sacchi di monete di vario taglio per un valore complessivo di circa 4 mila euro. I tre  si sarebbero accontentati delle monete ma sul posto erano già arrivati i carabinieri che  non hanno consentito ai rapinatori di allontanarsi. La banda allora, come in una scena degna dei telefilm americani, pensava di farla franca prendendo in ostaggio un cliente ma anche questa opzione è andata in fumo. I militari dell’arma hanno arrestato i tre rapinatori e riconsegnato il denaro al direttore della banca.