carabinieri controllo
Sicilia, estorsioni con cavallo di ritorno: 3 gli arresti

Gli uomini dell’arma dei carabinieri di Misterbianco, in provincia di Catania, hanno arrestato 3 persone residenti nel posto con l’accusa di estorsione, ricettazione, minacce e lesioni aggravate.

Secondo le indagini portate avanti dai militari pare infatti che i sospetti, rispettivamente di 17, 18 e 43 anni, abbiano innescato quella che viene detta “truffa del cavallo di ritorno” rubando delle auto per poi restituirle dietro il pagamento di una tangente al proprietario con la minaccia di distruggerle se non avesse versato i soldi.

In seguito agli accertamenti sarebbe inoltre emerso che i tre avrebbero anche perpetrato una violenza di gruppo nei confronti di un 60enne, che il giorno prima li aveva richiamati perché facevano troppo rumore, picchiandolo con una mazza da baseball davanti alla moglie e lasciandolo in fin di vita.

La pericolosità dei soggetti non ha lasciato adito a dubbi al Gip etneo il quale dopo aver vagliato attentamente le carte ha così predisposto il loro arresto e conduzione presso il carcere di Catania.