Sicilia, fotocopia il pass per le zone blu: condannata a 5 mesi

Sicilia, fotocopia il pass per le zone blu: condannata a 5 mesi

Nei giorni scorsi una donna originaria di Palermo è stata condannata dal tribunale del capoluogo siciliano a ben 5 mesi di carcere per aver falsificato un pass per parcheggiare nelle zone blu.

Il fatto sarebbe avvenuto nel 2014 quando l’imputata era stata beccata dalle forze dell’ordine e portata a processo con l’accusa di truffa aggravata e falso per aver utilizzato un pass fotocopiato rilasciato al proprietario di un’altra macchina e per di più già scaduto, motivo per il quale il giudice delle indagini preliminari aveva inflitto alla donna una multa di ben 16.300 euro.

Una volta giunti in dibattimento, la difesa aveva invocato la causa di esclusione della punibilità per la particolare tenuità del fatto, ma
non è stata affatto tenuta in considerazione dal giudice palermitano il quale
ha così ritenendo i delitti contestati “plurioffensivi” e condannandola coì a 5 mesi di carcere invece che un anno chiesto dal pubblico ministero.

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.