Poteva finire in tragedia una banalissima lite tra bambini avvenuta nella giornata di ieri ad Altofonte, in provincia di Palermo.

Nel mezzo un dissidio tra due 11enni pare che il padre di uno di loro, di 44 anni, abbia rimproverato il contendente del figlio. Un fatto che al genitore quarantenne di quest’ultimo però non sarebbe andato giù, tanto da decedere di vendicare l’onore del figlio armandosi di coltello e sferrando un fendente alla vittima.

Solo grazie ad una grande prontezza di riflessi del destinatario del colpo e all’intervento di un carabiniere in pensione l’aggressore non è riuscito a piazzare bene la coltellata che avrebbe fortunatamente ferito solo superficialmente la vittima.  

In seguito all’aggressione, il 40enne se la sarebbe data a gambe levate ma sarebbe stato prontamente bloccato dai militari poco più avanti e trasferito in carcere su disposizione dell’autorità giudiziaria per il reato di tentato omicidio.