I ragazzi del clan “La lumaca” del gruppo scout “Acireale 2″ hanno riparato e rimesso a dimora su largo Rosario Livatino la targa in memoria del giudice assassinato che qualche giorno fa era stata danneggiata.

I giovani scout hanno “ridato dignità, non soltanto al martire barbaramente ucciso dalla mafia, ma anche alla città di Acireale, che non vuole rimanere passiva di fronte ad un inqualificabile gesto di disprezzo”, ha affermato l’assessore ai lavori Pubblici del Comune di Acireale, Salvo Grasso, che ha accolto la loro richiesta di curarne il ripristino attivando il settore Manutenzione per il recupero dei frammenti del marmo danneggiato.

Dopo il restauro, che ha volutamente mantenuto in evidenza i segni del danneggiamento, la targa è stata riposizionata nel largo Rosario Livatino. “Questa – hanno spiegato gli scout – vuole essere una risposta fattiva a chi commette atti vandalici nei confronti della collettività. La difesa del bello va praticata quotidianamente, questo è il nostro modo di essere cittadini attivi”.