Sicilia maglia nera d’Europa, la metà dei giovani né studia né lavora

Sicilia maglia nera d’Europa, la metà dei giovani né studia né lavora

La metà dei giovani siciliani tra i 25 e i 34 anni non studia, non lavora e non è impegnato in alcun percorso di formazione o di tirocinio: il dato riferito al 2017 pubblicato sulle tabelle Eurostat sui Neet è il peggiore tra le regioni europee e non sarà ininfluente ai fini del reddito di cittadinanza dato che secondo le nuove norme le persone con più di 26 anni, non conviventi con i genitori, non sono più a carico della famiglia di origine.

La Sicilia è la regione con il dato peggiore ma tutto il Sud mostra segni preoccupati per quanto riguarda l’impegno dei giovani in una fascia di età fondamentale per costruire il proprio percorso lavorativo. Se la media dei Neet tra i 25 e i 34 anni è al 17,9% in Ue e in Italia al 30,2%, nel nostro Paese si registrano divari enormi con la provincia di Bolzano al 13,8%, la Lombardia al 17,7%, la Sicilia al 50% e la Calabria al 49,3% (44,2% il Sud in generale).

Se si guarda a tutta la fascia dei giovani, ovvero a quella tra i 15 e i 34 anni i ragazzi «sul divano», ovvero non impegnati in percorsi di studio o di lavoro (ma probabilmente in alcuni casi occupati in nero) in Sicilia sono il 40,9% della corrispondente fascia di età (il 14,7% in Ue, il 13,1% a Bolzano). E guardando ai giovanissimi (15-24 anni), le persone comunque che secondo le norme del reddito di cittadinanza sono considerate nel nucleo di origine), i Neet nell’Ue a 28 sono il 10,9% e il 20,1% in Italia con percentuali che vanno dal 12,3% dell’Emilia Romagna al 30,9% della Sicilia. In Germania la percentuale dei Neet tra i 15 e i 24 anni è al 6,3% mentre in Olanda è al 4%.

La situazione non migliora di molto guardando alle percentuali sull’occupazione (sempre con un occhio alle possibili richieste di reddito di cittadinanza) con appena il 40,6% delle persone che risultano occupate in Sicilia tra i 15 e i 64 anni (67,6% l’Ue a 28). La percentuale crolla tra le donne con appena il 29,2% delle donne tra i 15 e i 64 anni al lavoro. Tra i 20 e i 64 anni in Sicilia risulta al lavoro il 44% delle persone contro il 72,1% nella media Ue.

Fonte: lasicilia.it
(https://www.lasicilia.it/news/economia/219808/sicilia-maglia-nera-d-europa-la-meta-dei-giovani-ne-studia-ne-lavora.html)

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.