E’ stato sospeso per un anno dall’attività medica l’ostetrico dell”ospedale di Sant’Agata Militello accusato di violenze sessuali nei confronti di ben 14 pazienti. Nel dettaglio, sembra che il medico approfittasse della propria figura per palpeggiare giovani donne in procinto di partorire. Ad avviare l’inchiesta sono stati i carabinieri di Santo Stefano di Camastra che hanno eseguito l’ordinanza del gip del Tribunale di Patti su richiesta della locale Procura in seguito ad una ricostruzione metodica dei fatti consistenti dunque in veri e propri atti sessuali avvenuti tramite palpeggiamenti a mani nude nelle zone intime delle vittime. La metodica del dottore era ben studiata: gli atti sessuali venivano dissimulati come necessarie procedure da attuare per monitorare le fasi pre-parto ed eseguiti solamente nelle donne al loro primo parto, dunque inesperienti sul procedimento, le quali benché imbarazzate subivano quelle violenze preferendo non reagire. Un piano ben studiato quello del dottore che alla fine gli si è rivoltato contro con la sospensione del servizio.

Di Pietro Geremia

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.