Sicilia, meteo, caldo e sabbia

Punte fino a 48°C e afa alle stelle. Se fino a ieri c’era qualche dubbio, in verità non ce n’erano, stamani i modelli meteorologici a nostra disposizione non ne lasciano: il feroce caldo sta arrivando!

L’Anticiclone africano, soprannominato “Lucifero” per questo straordinario evento, sta per impadronirsi della nostra Sicilia provocando un’ondata di calore che, e stavolta non usiamo condizionali, passerà dritta dritta alla storia come d’altronde tutta l’estate 2021.

Andiamo nel dettaglio: Già a partire da oggi, Domenica 8, noteremo che le temperature, dopo la leggerissima rinfrescata, aumenteranno e lo faranno in maniera costante per tutto il resto della settimana entrante che ci condurrà al Ferragosto (oseremo dire Ferrarrosto per rimanere in tema).

Su alcuni tratti della nostra Sicilia, permetteteci di dire martoriata da questo assurdo caldo, si arriveranno a sfiorare i 50°C (soprattutto nel siracusano) che, ahinoi, saranno di più (per quanto riguarda la percezione) per via di due aspetti molto importanti, vale a dire: l’afa (che sarà crudelmente asfissiante) e l’umidità che andrà alle stelle in particolar modo sulle coste.

I giorni da tenere sott’occhio, e quindi da bollino nero, saranno principalmente Mercoledì 11 e Giovedì 12 quando l’Anticiclone africano arriverà alla sua massima potenza non facendo scendere al di sotto dei 40°C la temperatura massima e al di sotto dei 30°C quella minima.

Ebbene si, chi ci segue, saprà che la temperatura minima si registra a mezzanotte e quindi stiamo parlando anche di nottate tropicali da tortura perchè non si riuscirà, tranne per chi può permettersi l’aria condizionata, a dormire.

Adesso però permetteteci di aprire un discorso nel quale ieri il nostro esperto in meteorologia Salvatore Gioacchino Cacciato è stato bersagliato di critiche a nostro avviso troppo pesanti. La questione in ballo vedeva un messaggio, girato in rete, in cui si diceva che la protezione civile avrebbe emesso un’allerta per questa ondata di caldo in arrivo. Gli aspetti sono 2: purtroppo quando si leggono gli articoli si vuole per forza di cose andare a trovare il cosiddetto “pelo nell’uovo” per poter inizia una diatriba o un attacco; leggendo l’articolo meteo che il nostro esperto meteo Salvatore Gioacchino Cacciato ha pubblicato non vi sono tracce della parola “Protezione Civile” tranne nel caso in cui lui, usando il condizionale, scrive: “molto probabilmente la Protezione Civile nei prossimi giorni emanerà un’allerta meteo”. Quindi, concludiamo il discorso con un verso della canzone di Fabrizio Moro Pensa: “Pensa prima di sparare… pensa”.

E’ fortemente consigliato, durante questa ondata di caldo, bere molta acqua e soprattutto non uscire negli orari tra le 12 e le 16.

Di Salvatore Gioacchino Cacciato