Sicilia, meteo befana

Potrebbe essere un inverno 2021/22 old style. Nel precedente aggiornamento meteo – https://www.siciliareporter.com/sicilia-meteo-da-giovedi-inizia-un-periodo-instabile-e-freddo/ – avevamo dato degli indizi molto appurati su quello che da domani Sabato 27, ma a dire il vero già da oggi Venerdì 26 un qualcosa inizia a muoversi, arriverà sulla nostra Sicilia.

Veniamo da un’estate a dir poco “assurda” con ripetute ondate di calore che hanno fatto registrare temperature da record come quella dei 48,8°C raggiunta a Siracusa che sta avendo, ed ha avuto, delle conseguenze molto pesanti in questo periodo in merito a violenti nubifragi, temporali che hanno causato alluvioni e purtroppo anche morte, con anche dei ripetuti tornado che hanno letteralmente sconquassato la nostra Sicilia.

Se fino a qualche settimana fa i modelli di previsione non davano segnali, in merito all’inverno, oggi le cose vanno incredibilmente cambiando accendendo una luce nel buio all’inverno 2020/21 in procinto di partire.

Per chi ama la stagione invernale, ma non quella senza piogge ect con giornate soleggiate e temperature che non hanno niente ma proprio niente a che vedere con l’inverno, non diciamo che possa iniziare a strofinarsi le mani come un bambino che aspetta di aprire un regale, ma… poco ci manca.

Adesso però concentriamoci sul weekend 27-28 che sta per iniziare, e lo facciamo dicendovi che c’e’ da battere i denti perchè un vero e proprio impulso polare marittimo, in discesa da Nord, nella giornata di domani, Sabato 27, raggiungerà la nostra Sicilia e lo farà in maniera concreta e decisa apportando con se forti venti di Bora prima e di Maestrale poi con raffiche che raggiungeranno facilmente i 70/80 km/h e non stiamo parlando nelle zone costiere dove li le raffiche saranno molto più forti, ma stiamo parlando delle zone interne.

Quindi, non soltanto forte vento, di conseguenza ci sarà anche un incredibile diminuzione termica anche di 10/12°C facendo battere letteralmente i denti alla nostra Sicilia conosciuta in tutto il mondo per il suo clima mite. Ovviamente non mancherà neanche l’instabilità con la formazione di ulteriori, se già quelli che abbiamo avuto non erano abbastanza, temporali con ovviamente la neve che scenderà a quote basse per la stagione sui monti dell’Etna.

Che dire di più se non attrezzarci di maglioni pesanti, guanti e iniziare ad accendere i termosifoni.

A presto con altri aggiornamenti.

Di Salvatore Gioacchino Cacciato