Non esistono limiti alla crudeltà umana.

A dimostrarlo è l’indicile atto scoperto ieri mattina nella spiaggia di Agnone Bagni, situato nella costa siracusana, dove una povera tartaruga caretta caretta è stata colpita a morte.

A scoprire la carcassa sarebbero stati alcuni residenti del posto i quali, vedendo come la testa del povero animale fosse stata fracassata a colpi di un oggetto non ancora chiaro, non avrebbero avuto dubbi sulla perfidia che ha albergato l’autore dell’inconsulto gesto.