Alfabetizzazione informatica Canicattì

Nei giorni scorsi gli uomini della Polizia di Stato di Catania hanno arrestato un 23enne originario del posto per il reato di estorsione.

Stando a quanto emerso dalle indagini portate avanti da parte della Sezione Reati contro il Patrimonio – “Squadra Antiracket”, il sospettato avrebbe attuato quella che in gergo viene chiamata come tecnica del “cavallo di ritorno” in cui viene prima rubato un determinato bene per poi riproporlo al legittimo proprietario in cambio di denaro.

Nello specifico, ad essere oggetto delle indagini degli agenti sarebbe stato un PC della Apple che il 23enne avrebbe sottratto ad un cittadino australiano in vacanza a Catania chiedendogli 1.000 euro per riaverlo indietro.

Una volta accertata la colpevolezza dei giovane catanese che avrebbe stato beccato in flagrante mentre riceveva la somma di 800 euro dalla vittima, poliziotti lo avrebbero bloccato ed arrestato.