polizia arresto

Gli uomini della polizia di stato di Catania hanno arrestato una donna di 26 anni con l’accusa di avere ucciso il proprio figlio di tre mesi lanciandolo a terra. Il gravissimo fatto, appresa solo nella giornata di ieri, pare sia avvenuto lo scorso 15 novembre quando il povero neonato è stato portato al Pronto Soccorso dell’ospedale Cannizzaro per essere stabilizzato e intubato e successivamente trasferito nella rianimazione della Neonatologia del Garibaldi-Nesima dove è deceduto il giorno successivo. Alla richiesta di spiegazioni da parte dei medici, la madre aveva riferito che il piccolo le era caduto alle braccia a seguito di una spinta che si sarebbe dato da solo. Una scusa che non ha convinto i dottori i quali hanno successivamente appurato che il neonato presentava delle lesioni troppo gravi per una semplice caduta, ma dall’essere letteralmente stato scaraventato con forza al suolo. Una volta deceduto il povero bimbo, l’infanticida è stata interrogata dal pm e successivamente, su richiesta della Procura, è stata arrestata e trasferita in carcere con un’ordinanza cautelare in carcere emessa dal Gip per il reato di omicidio aggravato del proprio discendente. Di Pietro Geremia

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.