Un fondo di 5 milioni per compensare le imprese del settore turistico delle perdite prodotte dalle spese sostenute per le campagne pubblicitarie e di promozione sostenute nel periodo Gennaio-Marzo 2020.

E’ quanto contenuto in un emendamento a firma di Claudio Fava alla finanziaria regionale e votato favorevolmente dall’assemblea regionale.

“Si vuole così – commenta Fava – ristorare le aziende che hanno sostenuto spese per campagne di promozione di una stagione turistica che non è mai partita. Inoltre, sottolinea il presidente della commissione antimafia,  in questo modo si vuole consentire alle imprese del settore di contare su risorse che saranno indispensabili per rilanciare la promozione turistica al termine della fase emergenziale”.

Le misure sono poi state estese anche alle sale cinematografiche grazie ad un subemendamento presentato dal deputato Barbagallo