Dopo l’orrendo episodio avvenuto a Campobello di Mazara, paese in provincia di Trapani, in cui un cane è stato impiccato a un albero in contrada Erbe bianche,  l’associazione “A…Fido” che se ne prendeva cura, ha messo una vera e propria taglia sulla testa dei colpevoli. In un post inserito sulla propria pagina infatti, l’associazione animalista ha pubblicato: “offresi una ricompensa in denaro a chi saprà fornire prove per individuare i colpevoli”. Il cane, un randagio Spinone definito “di una bontà unica” e che un’associazione di Bergamo lo scorso anno aveva provveduto a fare curare e sterilizzare, è stato anche picchiato e torturato. Il post in pochissimo tempo si è presto diffuso sui social scatenando dunque la caccia agli autori della spregevole uccisione.

Di Pietro Geremia

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.