Trapani, massaggi con finale hot: sventato giro di prostituzione asiatico

Trapani, massaggi con finale hot: sventato giro di prostituzione asiatico

Un massaggio con finale felice. È questo ciò che avveniva  in un centro massaggi di  Trapani.

La polizia di stato infatti, ha dato esecuzione all’ordinanza disposta dal giudice per le indagini preliminari di Trapani, sequestrando il locale e applicando la custodia cautelare in carcere nei confronti di una donna asiatica, H.X. di 48 anni, che risulta indagata.

L’accusa è di  favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

L’indagine, molto articolata e eseguita sotto la direzione del sostituto procuratore Antonio Sgarrella ha provato che la donna, oltre a prostituirsi, dava indicazioni ad una partner di lavoro su come comportarsi con determinati clienti, incassando parte degli introiti.

Nel centro benessere si svolgevano dunque massaggi con degli extra molto particolari nei quali sono stati documentati almeno  una cinquantina di rapporti sessuali con clienti che, nello specifico, usufruivano prima di un massaggio nelle zone erogene e poi, con un pagamento extra che andava dai 10 ai 30 euro, avevano la possibilità di spingersi oltre.

Dopo l’applicazione dell’ordinanza, il centro è stato sequestrato preventivamente, mentre la donna è stata assegnata al settore femminile del carcere Pagliarelli di Palermo.

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.