Trapani, polizia confisca 21 milioni di euro a uomini Matteo Messina DenaroUn duro colpo alla cosca di Matteo Messina Denaro è stato dato dagli uomini della polizia e della  guardia di Finanza di Trapani nella giornata di ieri. In seguito a delle serrate indagini svolte dai poliziotti della Divisione Anticrimine congiuntamente alla Divisione Anticrimine e al Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza infatti, sono stati confiscati ben 52 appartamenti, 9 villini, 11 magazzini, 8 terreni, 19 garage, autovetture, conti correnti e società, per un valore stimato di circa 21 milioni di euro, a carico di due imprenditori ritenuti essere stati collusi con esponenti delle “famiglie mafiose” vicine al boss latitante Matteo Messina Denaro. Il provvedimento ha dunque permesso di dare un taglio netto al controllo mafioso del territorio che, tramite gli imprenditori, gestiva i meccanismi di controllo illecito sull’aggiudicazione dei lavori pubblici e sulla esecuzione dei lavori tramite il versamento di una percentuale sia alle famiglie mafiose del luogo sia ai funzionari pubblici corrotti. Di Pietro Geremia

Davide Difazio, giornalista iscritto all’albo nazionale dei giornalisti, elenco pubblicisti Sicilia, dal 09/05/2003 N° di tessera 098283, protagonista di diverse trasmissioni televisive in Rai e Mediaset ha collaborato con diverse testate giornalistiche nazionali ottenendo risultati lusinghieri. Fondatore della testata giornalistica Siciliareporter.com, in pochi anni , è riuscito a far diventare il portale un importante punto di riferimento per l'informazione siciliana.