Se attirare l’attenzione è il primo compito degli inserzionisti pubblicitari, quelli di Ragusa hanno decisamente centrato il colpo.

Peccato che nel farlo però, l’azienda committente di una promozione di scooter elettrico abbia utilizzato la foto ritraente una donna seminuda che, a bordo di un mezzo a due ruote, direbbe la frase: “Vienimi dietro: sono elettrica”.

Il cartellone pubblicitario ha dunque suscitato l’indignazione generale nel ragusano tant’è che anche il sindaco Peppe Cassì ha detto la sua dichiarando di aver già inviato una segnalazione all’istituto di autodisciplina pubblicitaria affinché adotti tutti i provvedimenti di propria competenza al fine di bloccare e far ritirare la campagna sessista.