Crossfit: cos’è, come si pratica e quali benefici comporta

Crossfit: cos’è, come si pratica e quali benefici comporta
crossfit pratica e benefici

Nato negli anni ’70 negli Stati Uniti d’America, oggi il crossfit rappresenta una delle attività fisiche più gettonate in tutto il mondo. Ma non si tratta di uno sport, al contrario di molte credenze popolari, dato che può essere inquadrato piuttosto come un insieme di allenamenti volti a produrre svariati benefici per il corpo.

In altri termini, il crossfit è un vero e proprio programma che incrocia diverse attività motorie (cross e fit, appunto), il cui scopo è stimolare l’organismo con una variazione continua di esercizi. L’inventore di questa particolare disciplina è Greg Glassman, ma in realtà il crossfit prese piede solo un ventennio più tardi (negli anni ’90), ed esplose come moda intorno al 2008.

Inoltre, non è possibile inquadrarlo entro una cornice che possa dirsi stabile, perché viene modificato di continuo, personalizzando il programma in base a chi lo insegna. Ciò che non cambia, però, è la seguente caratteristica: il crossfit si fonda sugli allenamenti HIIT (altamente intensivi), oltre alla già citata varietà di stimoli fornita al corpo.

Come si pratica il crossfit

È molto complicato spiegare in poche righe come si pratica il crossfit perché, come detto, le tipologie di esercizi sono numerose e possono cambiare in base all’insegnante. Troviamo ad esempio la componente del sollevamento pesi, unita ad esercizi come lo squat e ad attività proprie della ginnastica, come il pull-up. Le sessioni dovrebbero essere ripetute quasi ogni giorno (dai 5 ai 6 giorni a settimana), brevi ma molto intense. Poi le tappe pratiche partono dal riscaldamento, per arrivare al potenziamento muscolare (strength – forza) e all’apprendimento delle tecniche (skill). Anche lo stretching e l’allungamento entrano di diritto nella lista degli essenziali. Di quale attrezzatura dotarsi?

Intanto di un paio di scarpe da ginnastica comode e adatte per il fitness, da acquistare anche negli shop online. Il discorso sui capi da indossare è molto diverso: la scelta dipende sempre dalle attività svolte. Per le sessioni indoor, ad ogni modo, si consigliano dei vestiti comodi, elastici e soprattutto realizzati con tessuti traspiranti. Materiali come il cotone sono ottimi, insieme ai tessuti tecnici e alle microfibre. Infine, è importante che le t-shirt e i top non siano lunghi o ampi.

I benefici del crossfit

Poco sopra abbiamo sottolineato che una delle peculiarità del crossfit è il potenziamento muscolare, ma ciò non vuol dire diventare dei bodybuilder. Al contrario, la crescita della massa muscolare è ridotta, perché il crossfit si basa sulla tonificazione e sulla creazione di un corpo scolpito e armonico nella sua interezza. In sintesi, chi pratica questa disciplina ottiene un fisico atletico che non è solo “apparenza”.

Il crossfit, non a caso, migliora sensibilmente i riflessi, l’elasticità dei muscoli, la resistenza del corpo a sforzi elevati e la velocità. Ne traggono beneficio anche altre skill come l’equilibrio e l’agilità, che concorrono nel creare un fisico estremamente reattivo e in perfetta forma.

Concludendo, è molto difficile trovare dei programmi capaci di competere con il crossfit, in termini di salute del corpo e di performance atletiche.

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.