Grotte, nonno Stefano Agnello spegne 100 candeline: oggi alle 17.30 festa presso la sala consiliare

Grotte,  nonno Stefano Agnello spegne 100 candeline: oggi alle 17.30 festa presso la sala consiliare

Oggi pomeriggio, alle 17.30 presso la sala consiliare di grotte festeggia i 100 anni di nonno Stefano Agnello con le autorità civili , militari e religiose.

Nasce a grotte il 15 gennaio 1920. Nel settembre del 1942, facente già parte dell’89° reggimento fanteria di Saluzzo (Savona), viene assegnato al 35° corpo d’armata diretto verso la russia meridionale (CAMPAGNA DI RUSSIA) dove partecipa alle operazioni di guerra dal settembre 1942 al marzo 1943 (gli fu assegnato l’incarico di carabiniere a cavallo). Tutto ciò fino a quando le truppe sovietiche attraversano il fiume Don.

Le truppe italiane si ritirano a piedi o con mezzi di fortuna per arrivare arrivare al brennero circa un mese dopo. HUNIRR (UNIONE NAZIONALE ITALIANA REDUCI DI RUSSIA, associazione onlus) ha registrato una pergamena e una medaglia a suo nome. Inoltre, un paio d’anni fa, è stata spedita una videointervista al ministero dell’Istruzione in collaborazione con il professore universitario Gaetano gucciardo.

Nel 1958 parte per la Francia dove lavorerà in fabbrica per 3 anni. Si sposterà poi a Ginevra dove lavorerà come muratore fino al 1963. Tornato in Italia entra come operio all’ente minerario (miniera di zolfo in contrada stretto covello) dove lavorerà per 11 anni. Il 25 aprile del 1948 sposa Venera Novara. 71 anni di matrimonio (quest’anno saranno 72). Hanno avuto 3 figli, Melchiorre, Vincenzo e Assunta. 6 nipoti, 1 pronipote.

Ti potrebbe interessare anche  Agrigento, migrante ricercato sbarca e si nasconde in ospedale: catturato dai carabinieri

Condividi su...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.